15 settembre 2007

Società felici

Parlare di felicità, non è cosa semplice. La parola ha per ognuno di noi una valenza diversa, dovuto all'inconsistenza  e all'immaterialità di questa emozione. 

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera: "La Felicità è una condizione, emozione, fortemente positiva, percepita soggettivamente, sempre secondo criteri soggettivi."

La condizione di felicità è più presente in quelle persone o società in cui esiste un equilibrio tra i bisogni (reali o indotti) e i beni a sua disposizione. Semplificando molto, tutto si riduce a due sole variabili: beni - bisogni.
Per raggiungere un punto di equilibrio si può operare in due modi: portare le nostre disponibilità al livello dei nostri desideri, o ridurre i bisogni all' altezza (bassezza) della propria capacità economica. Ambedue le strade hanno delle implicazioni correlate, per la prima si può ipotizzare un aumento di lavoro, con conseguente riduzione di tempo libero; la seconda se abusata può condurre a condizioni di depressione.

Da non dimenticare, le cose gratuite che ci offre la vita, i paesaggi, le risate con gli amici, la musica (non tutta)..

Mettendo tutto ciò nei piatti della bilancia ognuno si trovi la dose giusta per il proprio palato.

- Siamo felici -

2 commenti:

Anonimo ha detto...

sostituirei orgasmo a felicità, aggiungendolo al quinto paragrafo; quello delle cose gratuite, o quasi !!!!

FluX ha detto...

Ho provato la sostituzione e già il titolo diventa interessante, Società orgasmiche, potrebbe essere lo spunto per un post.